venerdì 15 maggio 2020

Il tabernacolo della Madonna dell'Ulivo dei fratelli da Maiano

All'interno del Duomo di Prato, troviamo un'opera rinascimentale da sottolineare per la bellezza delle sue forme ma anche perchè ha dato il nome a un angolo di Prato, fuori le mura sulla via per Firenze.

Foto del Tabernacolo della Madonna dell'Ulivo
Tabernacolo della Madonna dell'Ulivo nel Duomo di Prato
Stiamo parlando della scultura Madonna dell'Ulivo realizzata dai fratelli Benedetto, Giuliano e Giovanni da Maiano nel 1480.
L'opera si trovava originariamente in un podere di proprietà della famiglia Maiano, abili scultori, come racconta il Vasari, proprio all'angolo tra via Ferrucci e Via Santa Gonda.

In quel periodo i Maiano non furono gli unici a comprare terreni e proprietà nei pressi di Prato. Lo stesso scultore Baccio Bandinelli, si formò artisticamente nella Villa a Pizzidimonte, acquistata dal padre.

Il Tabernacolo/edicola è posizionato all'interno del braccio destro del transetto della Duomo di Prato dal 1868, quando l'amministrazione comunale decise di trasferirlo qui. Al centro è posizionata una statua in terracotta di Madonna con Bambino opera del più famoso dei tre fratelli, Benedetto da Maiano e poggia su un rilievo in marmo bianco alternato con sfondo in serpentino. 

Il Tabernacolo è visitabile con il biglietto di ingresso al Museo dell'Opera del Duomo di Prato insieme agli affreschi del Duomo di Filippo Lippi.