Chiesa di Santa Maria della Pietà a Prato

La Chiesa o Santuario di Santa Maria della Pietà di Prato sorge nel quartiere de La Pietà che poi crebbe intorno alla chiesa. Ci troviamo alla fine di via Gobetti a circa 500 metri da Porta Mercatale, non molto quindi fuori le mura.

Come già sappiamo, a Prato esiste una tradizione legata al culto della Madonna a cominciare dal Sacro Cingolo e la storia di questa Chiesa, costruita nel 1617, in piena Controriforma, non è da meno.

La Chiesa di Santa Maria fu progettata da Giovanni Menichini sul luogo in cui, alcuni anni prima, l'immagine della Madonna nel tabernacolo di borgo del pesce fu vista piangere.

Chiesa - Santa Maria Pietà - Mosaico
Chiesa di Santa Maria della Pietà
Prato era una terra sotto il dominio dei Medici e sembra che lo stesso Cosimo II, accorso a pregare dopo la miracolosa apparizione avesse deciso di costruire su questo luogo il santuario.

Per quanto riguarda la sua architettura, la Chiesa di Santa Maria presenta una facciata a capanna con un porticato sorretto da sottili colonne in arenaria dove i pellegrini trovavano riparo.

L'interno è a croce latina, cioè richiama il crocifisso della tradizione cristiana, con l'altare maggiore in pietre dure e marmi policromi di gusto tardo manierista realizzato nel 1625 da Pier Maria Ciottoli e Giovanni Battista Cennini.

All'interno è custodita la tela di Mario Balassi Dio Padre tra gli Angeli, a lato dell' affresco ritenuto "miracoloso" della Madonna col Bambino del XIV secolo.