Chiesa di Santa Maria della Pietà a Prato

La Chiesa di Santa Maria della Pietà di Prato La Chiesa o Santuario di Santa Maria della Pietà di Prato sorge nel quartiere de La Pietà che poi crebbe intorno alla chiesa. Ci troviamo alla fine di via Gobetti a circa 500 metri da Porta Mercatale, non molto quindi fuori le mura.

Come già sappiamo, a Prato esiste una tradizione legata al culto della Madonna a cominciare dal Sacro Cingolo e la storia di questa Chiesa, costruita nel 1617, in piena Controriforma, non è da meno.

La Chiesa di Santa Maria fu progettata da Giovanni Menichini sul luogo in cui, alcuni anni prima, l'immagine della Madonna nel tabernacolo di borgo del pesce fu vista piangere.

Chiesa di Santa Maria Pietà
Chiesa di Santa Maria della Pietà
Prato era una terra sotto il dominio dei Medici e sembra che lo stesso Cosimo II, accorso a pregare dopo la miracolosa apparizione avesse deciso di costruire su questo luogo il santuario.

Per quanto riguarda la sua architettura, la Chiesa di Santa Maria presenta una facciata a capanna con un porticato sorretto da sottili colonne in arenaria dove i pellegrini trovavano riparo.

L'interno è a croce latina, cioè richiama il crocifisso della tradizione cristiana, con l'altare maggiore in pietre dure e marmi policromi di gusto tardo manierista realizzato nel 1625 da Pier Maria Ciottoli e Giovanni Battista Cennini.

All'interno è custodita la tela di Mario Balassi Dio Padre tra gli Angeli, a lato dell' affresco ritenuto "miracoloso" della Madonna col Bambino del XIV secolo.