Palazzo Pretorio a Prato

Palazzo Pretorio a Prato è uno dei simboli del Comune libero di Prato. Presenta due facciate terminate in periodi diversi che si fondono insieme per completare il suggestivo Palazzo civico simbolo dell'età comunale pratese: una del XIII e l'altra del XIV secolo ed è oggi sede del recuperato Museo di Palazzo Pretorio.

La parte più antica di Palazzo Pretorio è in mattoncini rossi medievali, mentre quella più recente in pietra presenta finestre con bifore gotiche che guardano sulla piazza dove si trova la fontana del Bacchino.

Immagine Esterno - Palazzo Pretorio - Prato
Palazzo Pretorio a Prato
Palazzo Pretorio nacque a cavallo del XIII e XIV secolo per ospitare le sedi del Podestà, della magistratura e delle prigioni. Fu acquistato nel 1284 dal Capitano del popolo Fresco de' Frescobaldi dove sorgevano case torri di proprietà della famiglia pratese dei Pipini.

Nella parte sinistra dell'edificio, dove sono presenti le bifore, c'è un vecchio tabernacolo: era qui che era presente la statua di Roberto D'Angiò, re di Napoli, cui era stata affidata la protezione di Prato.

Perfino il filosofo francese Michel De Montaigne nel suo viaggio in Italia, notò la statua di Roberto d'Angiò arrivando a Prato il 4 maggio del 1581.
Nel suo diario annota: "Sulla Porta del palazzo appare una gran statua incoronata col globo in mano e ai piedi la scritta REX ROBERTUS".

Immagine della nicchia dove si trovava la statua di Roberto d'Angiò
La nicchia di Palazzo Pretorio dove si trovava la statua
Purtroppo la statua del '300 fu probabilmente trafugata o distrutta dall'esercito rivoluzionario francese durante la campagna d'Italia alla fine del '700 che non vedeva di buon occhio qualsiasi simbolo monarchico.

Nel frattempo Palazzo Pretorio aveva subito alcuni ritocchi nel '500: fu dotato di una merlatura guelfa e di un campaniletto a vela, ma è nel '900 che fu riscoperto dopo un periodo di abbandono e di degrado e adesso è sede del nuovo Museo di Palazzo Pretorio, inaugurato il 12 aprile 2014.

IL MUSEO

All' interno del Palazzo troviamo il Museo di Palazzo Pretorio. Qui sono presenti i polittici di Lorenzo Monaco e di Giovanni da Milano, e le opere di Filippo Lippi e Filippino Lippi.

Immagine - Busti Bartolini - Palazzo Pretorio
Ultimo piano di Palazzo Pretorio
Interessante l'ultimo piano del palazzo con la sala dedicata allo scultore pratese Lorenzo Bartolini con una collezione di gessi con opere famose come la "Fiducia in Dio", busti di Gioacchino Rossini e Napoleone Bonaparte.

La terrazza di Palazzo Pretorio offre una splendida visuale sull'intera città.

Museo Palazzo Pretorio: Lunedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì dalle 10,30 alle 13 e 30 e dalle 16 alle 20. Sabato, Domenica e festivi dalle 10 alle 20. Chiuso il Martedì non festivo e il 25 dicembre. Piazza del Comune. 59100 Prato.