Affreschi di Filippo Lippi nel Duomo di Prato

Filippo Lippi - affreschi - Prato Filippo Lippi - Genio e Passione è uno dei cicli pittorici più famosi, più interessanti, più inquieti del Rinascimento italiano. La tensione nei volti, gli sguardi dei personaggi dipinti sembrano persone di oggi con vesti diverse.

Il 5 maggio 2007, dopo sei anni di restauro, gli affreschi di Filippo Lippi sono stati inaugurati con una cerimonia solenne che ha visto partecipare il ministro della cultura di allora Francesco Rutelli, evento arricchito da un concerto nella cattedrale di Santo Stefano.

Danza Salome Lippi - Prato
Danza di Salomè
Banchetto di Erode
Filippo Lippi fu incaricato di affrescare la cappella maggiore del Duomo dal Comune di Prato nel 1452 per un'ingente somma per l'epoca: si parla di 1200 fiorini. Gli affreschi vennero terminati solo nel 1465, dopo una serie di interruzioni.

Nel bel mezzo ci fu la vicenda che vide il pittore - frate innamorarsi della monaca del Convento di Santa Margherita Lucrezia Buti da cui nacque a Prato un altro grande pittore rinascimentale quale Filippino Lippi.

Dal 2015 gli affreschi di Filippo Lippi sono visitabili all'interno del Museo dell'Opera del Duomo di Prato.

I dipinti nella cappella maggiore sono considerati la massima espressione del pittore e rappresentano, in primo luogo, sulla parete di sinistra la storia di Santo Stefano, patrono di Prato, mentre la parete opposta è dedicata al Giovanni il Battista dove emerge il Convito di Erode con la famosa danza di Salomè. 

Ecco una video presentazione di Filippo Lippi - Genio e Passione su Seeten


Il video degli affreschi di Filippo Lippi su Seeten in italiano




e in inglese