Bastione delle forche a Prato

Bastione delle forche di PratoIl bastione delle forche, in prossimità di Piazza Mercatale a Prato era il luogo delle esecuzioni capitali nei pressi del fiume Bisenzio, attualmente sulla pista ciclabile che unisce Mezzana con Santa Lucia.

Si mandavano qui a morire i condannati a morte, e proprio in questo luogo dal XVI secolo in poi i giovani si riunivano nelle ore di tempo libero per fare delle rappresentanze che avevano come argomento la vita di qualche santo. Queste rappresentanze teatrali erano viste di buon occhio dal Comune, c’era una specie di Teatro gestito dai “comedianti di Sancto Agostino”.

Bastione - Forche - Prato
Il Bastione delle Forche nel 2014
Il terreno lungo il fiume è sempre stato poco stabile: il Bastione delle forche stava infatti sprofondando e già dal 2003 è stato oggetto di discussione per un suo eventuale recupero.

Esiste un camminamento che unisce Piazza Mercatale con il Bastione e che è stato inaugurato nel 2005.

Nel 2014 il Bastione è stato parzialmente recuperato con la terrazza che garantisce la visuale sul fiume, divenuta uno spazio per organizzare eventi con spazio bar o ristorante.

Visuale - terrazza - Bastione - Forche - Prato
Una visuale dalla terrazza
Il Bastione delle forche fu fatto costruire da Cosimo I dei Medici e restaurare già nel ‘600.

La terrazza del bastione offre una suggestiva visione sul fiume Bisenzio e sulle ville di inizio '900.