Via Pugliesi a Prato: il centro della "movida"

Via Pugliesi a Prato è una delle vie pittoresche e più animate del centro storico.

La strada collega Piazza Santa Maria delle Carceri con via Garibaldi ed ha origini molto antiche.

Si chiamava anticamente via delle Torri  per la massiccia presenza di complessi edilizi fortificati.

Nel 1200, nella torre detta di Giannicone, tra le odierne via dell'Accademia e via Settesoldi,  si trovavano le prigioni del Comune. In via Pugliesi, al numero 26, incontriamo invece Palazzo Vai, oggi sede dell’Università australiana della Monash University.

Alcuni scorci di via Pugliesi a Prato
Alcuni scorci di Via Pugliesi a Prato

Prima di entrare in via Garibaldi, a destra nel cortile recintato del palazzo Vai, fino al 1783 c'era la chiesa di san Giorgio fondata nel 1242. 

Al n. 21 tra via Settesoldi e via dell’Accademia, si vedono ancora i resti della Torre mozzata dei Giudei detta anche Torre della Buca. 

Probabilmente l’antica via degli Ammannati era intitolata al primo tratto di Via Pugliesi, dove c’era la casa con torre risalente al 1100 ed ancora ben tenuta, in angolo con Via Cairoli. 

Torre degli Ammannati è passata di mano diverse volte: nel 1400 è stata acquistata dai Celmi, poi dagli Spighi, e quindi dai Bianchini.

Negli ultimi anni in via pugliesi sono nati molti locali per aperitivo, per cui si può definire una delle vie più animate sia il giorno che la sera nel centro di Prato.