Monumento a Giuseppe Mazzoni a Prato

Nella Prato post unitaria spicca una storia di nuove statue e monumenti che sono state costruite l’una dietro l’altra: la statua a Francesco Datini, l’obelisco a Garibaldi, il monumento a Giuseppe Mazzoni e quello a Gaetano Magnolfi.

Vi siete mai chiesti come mai in Piazza Duomo a Prato, centro del potere religioso, ci sia la statua di Giuseppe Mazzoni? triumviro della toscana ma soprattutto Gran Maestro della Massoneria Italiana? Non c’è che dire la statua del Lazzerini è un simbolo anticlericale che però venne bilanciata pochi anni dopo dalla presenza, sempre nella piazza, della statua del cattolico Gaetano Magnolfi.

L’autore era in questo caso Oreste Chilleri. Entrambe le statue non sono rilevanti dal punto di vista artistico, ma ci indicano bene due poteri contrapposti, a volte trasversali.

La statua del Chilleri venne poi spostata negli anni ‘30 del ‘900 davanti alla Chiesa della Pietà e all’Orfanotrofio che il Magnolfi aveva fondato.

Statua Giuseppe Mazzoni