Palazzo Bocchineri a Prato: un edificio barocco

palazzo bocchineri Nel centro di Prato, percorrendo via Cairoli, all’altezza della Piazzetta Buonamici, ci imbattiamo nel Palazzo Bocchineri, un imponente edificio dipinto di bianco in prossimità di Palazzo Novellucci dove risiedeva l’antica famiglia dei Bocchineri.

Il palazzo Bocchineri è in stile barocco del XVIII secolo ed è appartenuto anche alla famiglia fiorentina dei Pazzi. Fra i Bocchineri vi fu Sestilia che sposò Vincenzio Galilei, figlio del grande scienziato pisano Galileo Galilei.

Il Palazzo e lo stemma dei Pazzi

Alla fine del’400 la famiglia era infatti una delle più ricche di Prato. Agli inizi del ‘600 però le finanze del casato si ridussero e Carlo Bocchineri, padre di Sestilia, dovette fare i salti mortali per riassestare la condizione economica familiare.

Figura rilevante per Prato fu Geri Bocchineri, uno degli otto figli di Carlo, che si prodigò per il riconoscimento della città di Prato e il suo passaggio da terra a Città: a tale scopo si mise a capo di un corteo in pellegrinaggio per Roma per evidenziarne i meriti in tempi di carestia ma arrivato a Roma morì e fu sepolto nella chiesa di San Giovanni dei fiorentini.

Geri Bocchineri, fratello di Alessandra e Sestilia e addetto alla segreteria del Granducato di Toscana, era molto amico di Galileo Galilei e più volte lo scienziato si rivolse a lui in aiuto ai tempi dell’Inquisizione.

Alcuni particolari di Palazzo Bocchineri
Lo stemma della famiglia Bocchineri è stato raffigurato da Andrea della Robbia, su una ceramica in maiolica.

Proseguendo, tra Palazzo Bocchineri e Palazzo Novellucci, troviamo il vicolo dei Bocchineri.

Il Palazzo è ad uso privato e non è visitabile.