Quaresimali

Quaresimali La Quaresima offre meno spunti culinari rispetto all'abbondanza del Carnevale anche se a Prato non mancano alcune ricette tipiche di questo periodo; una di queste è quella dei biscotti particolari a forma di lettere dell'alfabeto e chiamati Quaresimali.

Si pensa che l'origine dei Quaresimali toscani risalga alla seconda metà dell'800 quando l'alimentazione era ancora legata all'osservanza religiosa soprattutto durante la Passione. Questi dolcetti venivano preparati solo nel periodo di Quaresima, cioè da Carnevale a Pasqua; un tempo sembrava fossero gli unici dolcetti consentiti.

Si narra che le suore di un convento fra Prato e Firenze abbiano creato dei dolci, con il colore nero che rispecchiavano a forma di lettere le parole del Vangelo.

Ricetta dei Quaresimali


Ingredienti
: 200 gr. di zucchero semolato, 200 gr. di farina, 50 gr, di pasta di nocciole o nocciole tritate, 3 chiare d'uovo, un pizzico di cannella in polvere (5 gr.), cacao amaro 50 gr.

Preparazione: Si montano a neve ferma le chiare d'uovo e ci si incorpora lo zucchero, la pasta di nocciole.

A parte si mescolano la farina, il cacao. Si incorpora questo secondo impasto al primo, senza fretta. Si pone l'impasto in una tasca da pasticcere e si disegnano le lettere dell'alfabeto, ben distanziate tra loro. Si lascia riposare tutto un'oretta. Si accende il forno a 150°. Si infornano per circa 10 minuti.

Nella foto: Quaresimali del Forno Barni di Prato.