Ex Orfanotrofio - Teatro Magnolfi

Sede dell'attuale Teatro Nuovo Magnolfi, l'ex orfanotrofio Magnolfi, si trova a lato della chiesa di Santa Maria della Pietà ed è legato al personaggio di Gaetano Magnolfi, fondatore dell'intero complesso.

Statua - Gaetano Magnolfi - Prato

Nel 1838 infatti, il vecchio convento carmelitano adiacente la Chiesa, fu concesso dal Granduca Leopoldo a Gaetano Magnolfi, provveditore di carpenteria del granduca e proprietario della cartiera de La Briglia appartenuta ai fratelli inglesi Hall, il quale lo trasformò in un orfanotrofio tecnologico. I bambini orfani venivano cioè indirizzati al mondo del lavoro e furono formati molti abili artigiani, sarti, legnaiuoli.

Insegna dell'Istituto Magnolfi a Prato

L'orfanotrofio tecnologico Magnolfi si basava sull'idea di unire la pratica con la teoria, in modo che i giovani potessero apprendere un mestiere e allo stesso tempo concedeva laboratori e botteghe gratuite agli artigiani della zona. Beneficio che poi diventava un utile quando gli artigiani si impegnavano a assumere i giovani dell'orfanostrofio già pronti per il mondo del lavoro.

Gli interni del Magnolfi conservano una struttura settecentesca, con lunghi corridoi e celle e una cappella ottocentesca. Il teatrino, costruito da Gaetano Guasti, succeduto nella gestione del Magnolfi è del 1871.

Teatro Magnolfi - Prato - Esterno

Nel 1970, l'orfanotrofio Magnolfi venne trasformata in una casa di riposo e negli anni '80 in un asilo. Il crollo del tetto lo costrinse a chiudere per anni fin quando l'amministrazione comunale lo ha recuperato ed adesso viene utilizzato per eventi teatrali con il nome di Teatro Nuovo Magnolfi che può accogliere 98 spettatori. Nelle vecchie camere dove allogiavano gli insegnanti e gli alunni è stato costruito un confortevole ostello.

Teatro Magnolfi Nuovo:
Via Gobetti 79, 59100 Prato, Tel: 0574 44 29 06